A global information service about animal rights extremism

ARE Incident Map
Loading

Activists attempt to break into animal research lab


Istituto_Oncologico_Veneto.jpgEnglish

On the night of Saturday 9th February, unidentified activists gained access to the Istituto Oncologico Veneto animal facility in Padua, Italy. They were unsuccessful in any attempts to open animal enclosures, fleeing the facility after their intrusion tripped the alarms. Reports suggest they forced their way into a back door of the facility.

This comes 10 months after activists broke into the animal facility at the University of Milan and mixed up the animals in their cages – rendering years of work useless. The activists had broken into a back door by force and eventually carried off around 100 rodents from the facility. Politicians have started to speak up against extremism, particularly after death threats against a patient, Caterina Simonsen, who had dared to speak up in support of animal research. This included the potential future Italian leader Matteo Renzei. 
 
http://www.ilgazzettino.it/NORDEST/PADOVA/topiistitutooncologicopadovaanimalisti/notizie/511590.shtml


Italian

Durante la notte di Domenica 9 Febbraio, alcuni attivisti, non ancora identificati, si sono introdotti negli stabulari dell'Istituto Oncologico Veneto situato a Padova, in Italia. Il tentativo di aprire le gabbie è però fallito, infatti gli attivisti sono dovuti fuggire in quanto, in seguito alla loro intrusione, si è attivato il sistema di allarme. Secondo i giornali, per entrare nell'edificio è stata utilizzata una porta secondaria.

Tutto ciò avviene 10 mesi dopo che gli attivisti sono riusciti ad entrare nello stabulario dell'Università di Milano, aprendo le gabbie e mischiando i vari gruppi di animali, rendendo inutili anni di ricerca e di lavoro. Gli attivisti erano riusciti ad introdursi nello stabulario forzando un'entrata secondaria e sono usciti dall'edificio portando con loro 100 topi dallo stabulario. I politici hanno iniziato ad esprimere la loro contrarietà ai gesti degli animalisti estremisti, in particolare dopo che questi hanno minacciato una ragazza malata, Caterina Simonsen, la quale ha "osato" parlare in difesa della ricerca sugli animali. Tra i politici che hanno mostrato solidarietà a Caterina è presente anche Matteo Renzi, il possibile futuro Primo Ministro italiano.

http://www.ilgazzettino.it/NORDEST/PADOVA/topiistitutooncologicopadovaanimalisti/notizie/511590.shtm