A global information service about animal rights extremism

ARE Incident Map
Loading

Graffiti targets Pro-Test Italia


Extremists targeted Pro Test Italia's vice-president Giulia Corsini with graffiti written on several walls in the city of Bologna

graffiti_italia.jpg

La vice presidente di Pro-Test Italia, Giulia Corsini, fatta oggetto di minacciosi graffiti sui muri di Bologna

Estremisti hanno preso di mira Giulia Corsini, la vicepresidente di Pro-Test Italia, graffitando alcuni muri della città di Bologna con scritte come Giulia Corsini Assassina, usando i simboli nazista delle SS e quello di Anarchia come velata minaccia.

Le scritte sono apparse l’8 Giugno, lo stesso giorno in cui ha avuto luogo la campagna Italia Unita per una Corretta Informazione Scientifica, un evento a scala nazionale organizzato proprio da Pro-Test Italia in favore della ricerca.

Pro-Test Italia rappresenta la prima vera risposta nel Paese alla crescente ostilità verso la ricerca in generale, e la sperimentazione animale in particolare. Fondata da giovani scienziati e studenti, si è posta in prima linea nella difesa della ricerca, adoperandosi per promuovere una corretta informazione ed accrescerne il sostegno da parte dell’opinione pubblica. E soprattutto, si è distinta per la sua forte risposta agli estremismi di alcuni gruppi animalisti (organizzando ad esempio una manifestazione contro la violazione e danneggiamento, dello stabulario dell’Università di Milano lo scorso 20 Aprile).

Adesso Giulia, che è un studentessa all’ultimo anno di Veterinaria, è comprensibilmente spaventata. Anche perché conosce in prima persona le tattiche e le aggressioni degli estremisti. In un’intervista sul sito web Giornalettismo, che le chiedeva se queste scritte avessero intimorito i membri di Pro-Test Italia, ha risposto esplicitamente

Sì. Infatti è capitato diverse volte che arrivassero estremisti durante i nostri convegni o in facoltà. Tre anni fa si presentarono alcuni membri di ALF (Animal Liberation Front), tutti coperti in volto, a tirare letame durante una conferenza. Il mese scorso hanno gridato Assassini al megafono ai relatori presenti ad un seminario sulla sperimentazione. Giulia ha già segnalato i graffiti alle autorità.


On June 8 extremists targeted Pro Test Italia's vice-president Giulia Corsini with graffiti written on several walls in the city of Bologna. Messages such as Giulia Corsini, Assassin, using the Nazi double SS and the anarchy sign to add menace.

The graffiti appeared on the day the Italy united for correct scientific information campaign was to take place, an event organised by Pro-Test Italia in support of research.

Pro-Test Italia is Italy’s first response to hostility against research in general, and animal research in particular. Created by young scientists and students passionate about research, it has been at the forefront of the defense of research in the last few months, organising events throughout the country to increase awareness and public support for research, and opposing the violent tactics of animal rights groups (e.g.rally against the break-in of the animal facility of the University of Milan).

Giulia, a student in the Veterinary faculty in Bologna, is now understandably frightened. In an interview to the website Giornalettismo, she stated, 

Yes, I am afraid ... extremists appeared at our meetings or in our faculty in the past. Three years ago ALF members, all with hidden faces, came to throw manure during a conference. One month ago they used a megaphone to yell “assassins” during a seminary on animal research.

Giulia has alerted the authorities to the graffiti.